HOME

PROJECT

CONTACT

 

PRESS

Il PAGLIAIO

ARCHIVE

PROJECTS

LA CAREZZA DEL VETRO

FInalista Premio Sceniario 2011

THE ENLIGHTENMENT

A project by | Three minutes ago / Quiet ensemble

Programmer technics | Marco Cinquegrana

 

Il pubblico è libero di osservare a 360° l’intera performance,

che si svolge totalmente all’interno di una teca trasparente posizionata al centro della sala.

All’interno della teca si trova un corpo seminudo, nascosto nel buio.

Il corpo viene rivelato settorialmente, dalla luce emanata dalla video proiezione che ripropone il corpo virtuale del performer stesso,

sulla propria pelle.

Il piccolo corpo virtuale si rivela e comincia a prendere forma all’interno della cavità orale, per poi uscire e svilupparsi sul volto, nascondersi all’interno dell’orecchio, per rivelarsi nuovamente nel suo stadio successivo nelle pieghe del ventre, danzando con il respiro del corpo.

Nei capitoli successivi i due corpi, virtuale e concreto,

tenderanno all’armonia, all’amalgamazione totale.

Il corpo concreto che osserviamo incessantemente, girandogli attorno,

è atrofizzato, vuoto, rispecchia la malattia dell’anima e la luce,

la sua cura.

Il piccolo corpo vuole smuovere il grande, lo attraversa cercando la cura. Nella ricerca compie delle azioni che muovono il corpo apparentemente morto. Il corpicino di luce compie una immersione nel dolore, una ricerca della cura attraverso il contatto “fisico” con il morto, posizionandolo di volta in volta in quelle figure/forme che richiamano il dolore esorcizzandolo.

Saremo spettatori del meraviglioso intervento dell’anima, del suo ritorno; la goccia vitale di colore che satura le bianche ossa prende forma dall’invisibile legame tra il corpo e cielo, in un gioco di luci essenziale, preciso, nasce da un’architettura leggera di riflessi nel vetro, prende forma e si appoggia lentamente sul capo del bianco corpo che dorme, attraversandolo, carezzandolo dall’interno s’illumina e cresce, facendolo vivere… vivere ancora.

 

Ogni spettatore è libero di vedere il suo male nel proprio corpo e la salvezza, nella propria luce.

RADIOLARIAN

SOUND OF BEAUTY

M.I.T. | MEET IN TOWN 2010

M.I.T. | MEET IN TOWN 2011

FLOATING ROOMS

QUIET NIGHT

BALANESCU QUARTET

LUCI SU ADRIANO

ACQUARUM DELLE ACQUE