HOME

PROJECT

CONTACT

PRESS

Il PAGLIAIO

ARCHIVE

 

Project

TEATRO VALLE OCCUPATO | Allegoria

26 aprile 2012  | Teatro Valle | Roma

ARCHIVE

L’allegoria, è un immagine, un testo, nei quali il significato immediatamente leggibile ne nasconde un altro

più importante e profondo,

che costituisce il valore vero dell’immagine, del testo stesso.

Così come la musica è l’arte e la scienza dei suoni nel tempo, nella performance “Allegoria” il corpo dell’uomo diviene oggetto sonoro generando così musica. “Allegoria” si presenta come un concerto di musica classica eseguita da un quartetto d’archi che interpreta un brano di Johann Sebastian Bach.

Il concerto comincia.

Nel pieno della rappresentazione si rivelano interferenze,

sonorità impreviste e rumori di cui inizialmente

non si riesce a distinguere l’origine.

Lentamente poi queste sonorità alternative si amalgamano con la musica e lo spettatore inizia a intuirne gradualmente la natura.

A rivelarsi sono le sonorità impercettibili che il corpo dei musicisti/performers genera inevitabilmente durante il concerto,

quei suoni considerati genericamente rumore, come lo scricchiolio della sedia che sorregge gli esecutori,

lo sfregare del braccio del violoncellista o il suono generato dal voltare le pagine degli spartiti, fino al respiro il battito cardiaco dei musicisti

durante la rappresentazione.

Inoltre ad ogni musicista sono collegati diversi elettrodi che, ricevendo singolarmente una quantità di impulsi e di potenziale elettrico specifici ed unici, rivelano gli impulsi generati dai corpi creando così diversi tappeti sonori, che andranno ad amalgamarsi formando un’unico strato musicale, dovuto esclusivamente dalla presenza fisica dei corpi.

Amalgamandosi con i suoni degli archi, la composizione musicale si evolve terminando con la totale rivelazione della musica dei corpi.

 

L’immagine allegorica del concerto intende stimolare l’attenzione dello spettatore verso quei “concerti” a cui ogni giorno assistiamo inconsapevolmente, e che rappresentano l’essenza tanto misconosciuta quanto vitale della realtà che ci circonda.

PNEM | SOUND ART FESTIVAL | Uden (DE)

PLATOON KUNSTHALLE | Berlino (DE)

RE-NEW FESTIVAL | Copenaghen (DK)

AAF | AFFORDABLE ART FAIR | Rome

NUIT BLACHE BRUSSLES | Brussels (BG)

THIS IS ROME | Rome

ERA FESTIVAL | Pontedera (PI)

VINCITORI BANDO PRIME VISIONI | Modena

REGENERATION | Roma

FLUSSI FESTIVAL 2012 | Avellino

DANCITY FESTIVAL 2012 | Foligno, Perugia

NODE FESTIVAL 2012 | Modena

M.I.T. | MEET IN TOWN 2012 | Roma

TOYOTA HYBRID CITY | Firenze

TOYOTA HYBRID CITY WALLMAPPING | Firenze

OMISSIS FESTIVAL 2012 | Gradisca di Isonzo, Gorizia

SALVATORE FERRAGAMO GRAND OPENING | Cannes (FR)

QUIT FESTIVAL 2012 | Cagliari

THE BELLEVUE BRIDGE | Zurigo (SW)

PIM OFF | Milano

ALTAROMALTAMODA | Roma

Il PAGLIAIO THE OPENING | Roma

VOGUE FASHION NIGHT OUT | Madrid (SP) - Parigi (FR)

FLUSSI FESTIVAL 2011 | Avellino

PREMIO SCENARIO 2011 | Santarcangelo di Romagna, Cesena

M.I.T. | MEET IN TOWN 2011 | Roma

PROVINCIA WI-FI | TEATRO INDIA | Roma

DMY 2011 | INTERNATION DESIGN FESTIVAL | Berlino (DE)

ACEA ECOART PROJECT | Roma

BALANESCU QUARTET PLAYS KRAFTWERK | Roma

TAMING TECHNOLOGY | Firenze

AAM | ARTE ACCESSIBILE | Il sole24ore, Milano

PREMIO CELESTE | 1° Premio | Catania

FESTIVAL DELLA CREATIVITA' | Firenze

SHORT THEATRE | Roma

DRODESERA 2010 | Drò, Trento

M.I.T. | MEET IN TOWN 2010 | Roma

INTERFERENZE FESTIVAL | Bisaccia, Avellino

SIGNAL FESTIVAL 2009 | Cagliari

CELESTE PRIZE 2009 | 3° Premio | Berlino (DE)

DMY 2009 | INTERNATION DESIGN FESTIVAL | Berlino (DE)

FESTIVAL DELLA CREATIVITA' | Roma

VARI(E)AZIONI | Roma

TEATRO VALLE OCCUPATO | Roma

A SUD DI NESSUN NORD | Roma

IL PAGLIAIO LABS | Roma

WONDERART | Roma

SHARI VARI | Roma

CIFRARI UMANI | Roma

THE STATE OF THE ART | Roma

FONTANONE ESTATE | N [EVER] LAND | Roma

LANIFICIO 159 | Roma

JAZZ RE-FOUND 2009 | Vercelli

FESTIVAL INTERAZIONE IMMAGINE-SUONO 2009 | Fara in Sabina, Rieti

REALTA' AUMENTATA 2009 | Roma

FESTIVAL LABORATORIO DI PRATICHE TEATRALI 2009 | Roma